Clicca Mi piace per avere news, sconti e promozioni 
Vita da 80 e 90

Roger Rabbit e la sua Jessica compiono 30 anni

Redazione di RadioSIV
inserita 8 mesi fa
199
0:00
292727

 

"Chi ha incastrato Roger Rabbit" festeggia il suo 30esimo compleanno.

Lo abbiamo amato tutti da bambini, ma Chi ha incastrato Roger Rabbit? è un capolavoro anche perché funziona su più livelli e piace a tutte le età per motivi diversi. Robert Zemeckis ha creato un film pieno di allusioni e doppi sensi talmente sottili da poter essere visto anche da bambini. Eppure, da piccoli ci rendevamo  conto che qualcosa di ben più complesso si agitava sotto la superficie, qualcosa “per grandi2. E non ci riferiamo solamente alla procace Jessica Rabbit. Il film è ispirato da un romanzo di Gary K. Wolf, che ha in effetti ideato i protagonisti, anche se il film presenta molte differenze e la storia è molto più cupa. Dopo il successo del film, Gary Wolf ha scritto un secondo romanzo, dove i protagonisti sono più simili alle loro controparti cinematografiche che non al primo libro. Comunque, i libri e il film raccontano tre storie indipendenti, di cui condividono i personaggi principali. Nel 1982, la Walt Disney Pictures acquistò i diritti del romanzo di Gary Wolf intitolato Who Censored Roger Rabbit? con l'intenzione di realizzarne un lungometraggio.Jeffrey Price e Peter S. Seaman vennero assunti per scrivere la sceneggiatura, mentre Robert Zemeckis si propose come regista nel 1982. Zemeckis aveva diretto in quel periodo alcuni film di scarso successo al botteghino, e per questo la Disney non lo prese in considerazione. Nel frattempo, la Disney aveva già avviato da un po' di tempo la creazione di una vera e propria divisione autonoma per la produzione e distribuzione di film commedie leggere e semiserie, non appositamente concepite per il pubblico infantile. L'idea era stata già presa in considerazione sul finire degli anni '60, in seguito alla numerosa distribuzione di pellicole leggere sui più disparati generi (horror, musicals, avventura etc.) Si venne dunque a creare la Touchstone Pictures. Nei primi anni ottanta, la Touchstone produceva soprattutto commedie a sfondo sentimentale e piccoli thriller d'azione, e l'uscita del film di Roger Rabbit rappresentò forse il primo vero successo commerciale della neonata casa. La Disney cercò, allora, di assumere Terry Gilliam alla regia del film, ma quest'ultimo rifiutò il ruolo poiché, secondo lui, il progetto era troppo difficile da realizzare. Il regista, tuttavia, si pentì successivamente della sua decisione.  Dopo il successo al botteghino di Ritorno al futuro e All'inseguimento della pietra verde, Zemeckis convinse la Disney delle sue capacità e venne, così, assunto alla regia della pellicola. Nel 1985 Michael Eisner, l'allora amministratore delegato della Disney, assunse Frank Marshall, Steven Spielberg e Kathleen Kennedy come produttori della pellicola. Il budget iniziale fu di 50 milioni di dollari, cifra che la Disney ritenne molto alta per l'epoca.Perciò, la casa di produzione di Walt Disney fu costretta ad abbassare il budget a 29,9 milioni di dollari, una cifra comunque alta per quei tempi, che tuttavia dopo poco tempo rinunciò materialmente a produrre la pellicola di tasca propria.



 

Stanziato il budget, il film ricevette il via libera dalla produzione. Steven Spielberg per il suo nuovo lavoro volle creare qualcosa di veramente insolito e straordinario, e scartò la casa madre Disney dalle sue scelte in fatto di produzione. Si accordò con moltissime case di produzioni cinematografiche per inserire nel film la maggior parte dei cartoni animati famosi di quel periodo, e la scelta cadde infine proprio sulla Touchstone Pictures. Nonostante i suoi sforzi, Spielberg non riuscì ad inserire alcuni personaggi, come Braccio di Ferro, Casper e Tom & Jerry, ma in compenso ottenne in prestito moltissimi dei personaggi della Disney, tra cui Topolino, Pippo e Paperino. Michael Eisner sentiva che il film aveva troppe allusioni sessuali e tentò di convincere Zemeckis a tagliare alcune scene della pellicola. Zemeckis, tuttavia, si trovò in disaccordo con Eisner e si rifiutò di apportare modifiche alla pellicola. Perciò su decisione dei produttori, il film, invece di essere distribuito con il simbolo della Disney, fu distribuito sotto il logo della Touchstone Pictures.

 Alla sua uscita nei cinema, il film ottenne un grandissimo successo ed incassò a livello mondiale circa 329 milioni di dollari, diventando, all'epoca, il 20° film più redditizio della storia del cinema e fu il secondo film più visto nel 1988 dopo Rain Man - L'uomo della pioggia. In Italia fu il 1° film per incassi della stagione 1988-89. Il film venne distribuito su VHS il 12 ottobre 1989, mentre la versione in DVD il 28 settembre 1999.

UNA CURIOSITA' SU JESSICA RABBIT

 
Mentre sono in molti a pensare che sia stata Veronica Lake la musa ispiratrice dietro a Jessica Rabbit, la veritàfu la meno conosciuta Vicki Dougan a dare lo spunto per la creazione della coniglietta più famosa del cinema animato. La pin-up divenuta in seguito (a fatica) attrice, si era guadagnata il soprannome "La schiena” nella Hollywood degli anni ’50 grazie agli abiti che spesso indossava provocatoriamente scollati sul retro.

 

 

Roger Rabbit e la sua Jessica compiono 30 anni

Copyright 2017 by RadioSIV di Singola Gratis Viaggi di Run@Way SRL - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia e la riproduzione anche parziale