Clicca Mi piace per avere news, sconti e promozioni 
Vita da Single

Galateo d’estate: le 10 cose da non indossare mai in ufficio

Redazione di RadioSIV
inserita un mese fa
18
0:00
233

Le temperature sono torride, ma la scrivania (e il rispetto per i colleghi) richiede un minimo di contegno. Come conciliare i due dati di fatto? Intanto, individuando i capi da non indossare mai in ufficio, nemmeno con 40 gradi. Ecco i nostri 10 «don't»

Capita, molto più spesso di quanto si creda, che si diano per scontate cose che invece non lo sono. Prendiamo, per esempio, il dress code ideale per andare in ufficio nei mesi estivi, quello che mette d’accordo gli outfit leggeri con il bon-ton necessario.

Potrebbe sembrare una nozione acquisita dalla nascita, qualcosa che ormai fa parte del tuo DNA ed è banale ripetere, una perdita di tempo in epoca di invasioni (e usi spesso barbarici) di impianti d’aria condizionata, climatizzatori & Co.

 

Invece no, perché le temperature hot e la voglia di vacanza spesso generano miraggi e giocano brutti scherzi anche a chi di solito ha un look impeccabile, figuriamoci a chi non ha ancora afferrato il concetto e si ostina a presentarsi sul posto di lavoro in infradito gommose…

 

Che fare? Basta poco: cerchiamo di restare lucide, di guardarci bene allo specchio prima di uscire di casa e di ripassare come un mantra salvifico l’ABC (semiserio) del galateo fashion da adottare quando ci si reca in ufficio e le temperature segnano i 40° all’ombra. Le regole che suggeriamo sono 10, ironiche, ma ferree: proibito sgarrare.

Perché è più facile perdere credibilità di fronte al capo e ai colleghi che soccombere a un colpo di calore in città: nessuno vieta di accantonare tailleur rigorosi e severi a favore di capi più leggeri e meno ingessati, ma a tutto c’è un limite e, seppur comprendendo e offrendo totale solidarietà a chi lavorerà anche nei giorni più infernali di agosto, in questo caso più che mai è bene non oltrepassarlo.

 

PS una bottiglietta d’acqua e una bustina di integratori rientrano tra gli accessori must have da infilare sempre nella tua stilosissima borsa per essere sempre glam & fresh.

 

1. IL PRENDISOLE

Indossalo solo in vacanza. Lo stesso vale per i caftani più o meno ricamati e per tutti quegli abiti che porteresti sul lungomare: chiudili nell’armadio e ricordati di loro solo quando dovrai preparare i bagagli.

 

2. GLI STRAPLESS

Ovvero: tutto quello che prevede le spalle (e la schiena) scoperte è off limits. Abiti e top a fascia o a bistier non sono adeguati all’ufficio: come la mettiamo quando dovrai alzare le braccia per raggiungere i raccoglitori sull’ultimo scaffale?

 

3. LA CANOTTIERA A COSTINE

Qualsiasi sia il tipo di spallina, di giro manica, di scollo, all’americana, a top, poco importa: se vuoi evitare di evocare Marlon Brando in Un tram che si chiama Desiderio, evita anche di scegliere una canottiera per andare al lavoro. Se proprio non puoi resistere, almeno nascondila sotto un impeccabile blazer di lino.

 

4. IL CAMICIONE XXXL

È vero, con le temperature alle stelle è meglio non indossare capi aderenti. Ma nemmeno eccessivamente oversize: le camicie (troppo) ampie che scendono dappertutto e lasciano via libera alle spalline del reggiseno non sono le benvenute in ufficio. E sono (molto) poco professionali.

 

5. IL CROP TOP

Non vedi l’ora di mostrare l’abbronzatura/ il risultato di mesi di gyrotonic/ il nuovo piercing ai tuoi colleghi? L’ufficio non è il luogo adatto. Dimenticati dei crop top: così come è auspicabile non mostrare spalle, schiena e décolleté, è altrettanto necessario non mettere a nudo la pancia. Niente scuse: è inutile abbinarli a pantaloni a vita alta…

 

6. SHORTS INGUINALI

…e micro gonne. In ufficio l’equazione meno centimetri uguale più fresco non funziona, per ovvi motivi di decoro, buongusto e chi più ne ha più ne metta. Non importa di quanto tu vada fiera delle tue gambe: le lunghezze appena sopra il ginocchio sono il massimo che ci si possa concedere alla scrivania.

 

7. LE INFRADITO E LE CIABATTE

Da quelle di gomma (da indossare tassativamente solo al mare o in piscina) in poi: ciabattare è già brutto di per sé, figuriamoci farlo sul parquet dell’ufficio…

 

8. ZOCCOLI/ZATTERONI DI SUGHERO

E chi più ne ha più ne metta: sono tutti banditi! In genere in ufficio non si dovrebbero indossare sandali aperti, soprattutto se ricopri un ruolo istituzionale di rilievo e se hai in schedule una riunione importante con il capo. Altrimenti, strappo alla regola. Ma solo ed esclusivamente con una pedicure degna di Bastien Gonzalez.

 

9. IL BIKINI AL POSTO DELLA LINGERIE

No, non si fa. Non si infila il reggiseno del bikini (con laccetto muticolor al collo in bellavista). Nemmeno se pensi di trascorrere la pausa pranzo prendendo il sole sul terrazzo dell’edifico.

 

10. IL LINO BIANCO

Lino e cotone sono i tessuti freschi per eccellenza, quelli consigliati per affrontare le giornate più calde, meglio in colori chiari. Ma fai attenzione e assicurati che pantaloni e tubini siano adeguatamente foderati nei punti strategici: ok, il lino bianco è il benvenuto nei luoghi di lavoro, ma la trasparenza è (molto) poco bonton. Dovunque, del resto…

 

Si ringrazia  ELENA BANFIe Vanity fair 

 

Per leggere l’articolo: https://www.vanityfair.it/fashion/abbigliamento/2018/07/05/cosa-non-indossare-mai-in-estate-in-ufficio

Galateo d’estate: le 10 cose da non indossare mai in ufficio

Copyright 2017 by RadioSIV di Singola Gratis Viaggi di Run@Way SRL - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia e la riproduzione anche parziale